Skin ADV
Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariPoliticaSanità › «Subito la revoca del commissario Assl Sassari»
Red 27 gennaio 2021
«Subito la revoca del commissario Assl Sassari»
La mozione arriva in Consiglio regionale su iniziativa dei Progressisti, legata alla vicenda della tendocopertura da 300metri quadri installata nel complesso sanitario di Rizzeddu, «noleggiata al di fuori delle regolari procedure amministrative e mai utilizzata per lo scopo che era stato prefisso»


SASSARI - Una mozione per chiedere la revoca dell'incarico di commissario straordinario dell'Assl 1 di Sassari: il documento arriva in Consiglio regionale su iniziativa del gruppo dei Progressisti, primo firmatario Gianfranco Satta, ed è legato alla vicenda della tendocopertura da 300metri quadri installata nel complesso sanitario di Rizzeddu, a Sassari, «noleggiata al di fuori delle regolari procedure amministrative e mai utilizzata per lo scopo che era stato prefisso». Già il 7 gennaio, Satta e i Progressisti avevano presentato un'interrogazione al presidente della Regione autonoma della Sardegna Christian Solinas e all’assessore regionale alla Sanità Gianni Nieddu [LEGGI]: «la determinazione adottata dall’Assl di Sassari presentava infatti lacune e anomalie su diversi aspetti a iniziare dai costi per il nolo, che per soli due mesi venivano indicati in oltre 81mila euro». Dalla Giunta nessun riscontro, a oggi: «Rispose la Assl, il giorno seguente, con una nota pubblicata sul sito istituzionale, parlando di un mero errore materiale nella predisposizione dei documenti [LEGGI]», ricorda il consigliere Satta.

«A seguito di questa segnalazione, sono intercorse una serie di interlocuzioni tra la Direzione generale della Sanità, l’Ats Sardegna e la Assl di Sassari che hanno messo in risalto problemi ben più gravi rispetto a quelli ipotizzati». Da qui, la richiesta della revoca immediata dell'incarico al commissario nominato il 28 dicembre 2020: «Le scelte operate dal commissario straordinario della Assl n.1 di Sassari - sottolineano i Progressisti - sono incompatibili con la corretta gestione della pandemia, specialmente in un contesto come quello del Sassarese che è stato maggiormente colpito dalla diffusione del Covid-19. E' palese la dimostrazione di inadeguatezza gestionale anche rispetto alle più basilari regole delle Amministrazioni pubbliche, determinata anche dalla scarsa attenzione nell'utilizzo delle risorse e da una scarsa conoscenza delle stesse direttive adottate dall’azienda». «Dopo la nota fornita dalla Assl di Sassari a mezzo comunicato stampa - sottolinea Gianfranco Satta - sono aumentati i dubbi rispetto a una procedura che, pare evidente, è ben lontana dalle regole basilari che guidano la gestione delle Amministrazioni pubbliche. A seguito di ulteriori approfondimenti, in queste settimane abbiamo potuto riscontrare che le criticità vanno ben oltre quello che si poteva immaginare».

«Oltre alla procedura amministrativa adottata dalla Assl di Sassari che non rispetta le regole dettate dal codice degli appalti né le indicazioni fornite dall’Ats Sardegna, la finalità stessa dell’hot-spot risulta in piena contraddizione con le circolari ministeriali e le linee guida adottate dalla Regione per contrastare la diffusione della pandemia. Viene evidenziata, inoltre, la totale assenza di coordinamento tra Ats Sardegna e le unità sanitarie locali nelle scelte rivolte al contenimento delle infezioni e persino l'assenza di autorizzazioni per l'attivazione del punto di soccorso e terapia Covid nel complesso di Rizzeddu. Manca inoltre il documento di valutazione dei rischi obbligatorio per le leggi vigenti sulla salute e sicurezza nei posti di lavoro. Insomma, un disastro sotto tutti i punti di vista. Alla luce di questi fatti – conclude l'esponente progressista - riteniamo che il commissario straordinario abbia dato piena dimostrazione di non essere all'altezza di poter dirigere la Assl di Sassari specialmente nel contesto pandemico che stiamo vivendo, che ha visto proprio Sassari come territorio maggiormente colpito dalla pandemia in Sardegna».
Commenti
23:18
I casi di positività al Covid-19 accertati dall’inizio dell’emergenza sanitaria in città sono 756, i pazienti guariti sono 692, mentre quelli ancora in cura sono quarantanove
21:28
Gli spazi sono quelli della Fiera della Sardegna. «Acceleriamo sulla campagna. Immunizzazione e screening mix vincente. L´Isola può diventare un modello per tutti», dichiara il presidente regionale
18:07
Rilevati novantacinque nuovi casi, con un tasso di positività del 3,9percento. Sono 188 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (tre in meno rispetto al dato di ieri), mentre restano ventiquattro i pazienti in Terapia intensiva. 55 i guariti nelle ultime ventiquattro ore
6/3/2021
Non riapriranno, per il momento, palestre e piscine. Il presidente della Regione Sardegna fa slittare ancora la decisione sulla loro riapertura nonostante il mantenimento della zona bianca
17:47
Nelle diciassette aree allestite per l´esecuzione dei tamponi antigenici sono stati effettuati circa 15mila test rapidi a immunofluorescenza. Sono invece in corso le verifiche per mezzo del tampone molecolare sui casi di positività rilevati
6/3/2021
Roberto Trova: Bene ha fatto ora il Presidente della Regione Christian Solinas che con l´ordinanza di ieri impone regole per chi arriva in questa terra. Regole rigide che nella prima fase vennero respinte, salvo poi essere rimpiante da tutti
6/3/2021
E´ in corso in questi giorni un´intensa attività di collaborazione tra la Direzione dell´Assl n.2 di Olbia, il Servizio di Igiene pubblica e il Comune di Tempio Pausania per organizzare l’avvio delle vaccinazioni anti Covid-19 che dovrebbe avere inizio a partire da sabato 13 marzo
6/3/2021
Secondo i dati presenti nella piattaforma regionale, nella cittadina turritana sale di un´unità il dato dei positivi rispetto alla settimana scorsa. Cinquantacinque le persone quarantena
6/3/2021
Sono 191 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (uno in meno rispetto al dato di ieri), mentre scendono da venticinque a ventiquattro i pazienti in Terapia intensiva (- uno). 109 i guariti nelle ultime ventiquattro ore
6/3/2021
Durante l’incontro che si è svolto questa mattina nella biblioteca del nosocomio di Alghero, la coordinatrice dell’Unità operativa Covid-19 Salva Piras ha reso noti i risultati delle attività assistenziali del Reparto dal 25 novembre 2020 al 16 febbraio 2021
6/3/2021
In questi ultimi giorni, nel centro gallurese non ci sono stati nuovi casi di positività al Covid-19. A ieri sera, ci sono solo due persone positive, che ancora non si sono negativizzati. Le persone in quarantena sono sei
5/3/2021
Si sono concluse ieri le operazioni di richiamo vaccinale anti-Covid nella Rsa “Matida” di Sassari. Infatti, gli infermieri dell´Assl cittadina, coordinati dal dottor Conti, hanno somministrato la seconda dose dell’antidoto a tutti gli attuali quaranta ospiti e ai ventisette operatori della struttura
5/3/2021
Si è concluso positivamente l’incontro l´assessore regionale della Sanità Mario Nieddu con le rappresentanze dei medici di medicina generale e di continuità assistenziale per definire le modalità di un loro coinvolgimento nella campagna di vaccinazione anti-Covid
5/3/2021
Da lunedì dovrebbero scattare le nuove misure annunciate dal presidente Christian Solinas per l´ingresso nell´isola. Test rapidi che comunque rimarranno su base volontaria. Controlli in tutti i porti e negli aeroporti di Cagliari, Olbia e Alghero
27/2/2021
Da lunedì 1° marzo Lombardia, Piemonte e Marche in fascia arancione. In zona rossa Basilicata e Molise. Dati confortanti in Sardegna, dove l´indice Rt è il migliore d´Italia ma nessun pronunciamento ancora dal Ministero
5/3/2021
Sono state infatti avviate le procedure per l´ammodernamento tecnologico dei centri specializzati degli ospedali “Businco” di Cagliari, “San Francesco” di Nuoro” e Cliniche “San Pietro” di Sassari
26/2/2021
Sono 224 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (cinque in meno rispetto a ieri), mentre restano ventidue i pazienti in Terapia intensiva. 140 i guariti nelle ultime ventiquattro ore
29/12/2020
Sono stati 2.489 i test effettuati nelle ultime ventiquattro ore. Salgono di una unità sia il numero dei ricoverati in reparti non intensivi, sia in quelli intensivi. Duecento i nuovi guariti


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2021 Mediatica SRL - Alghero (SS)