Skin ADV
Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesardegnaPoliticaSanitàStop&go, dopo 48ore Solinas ci ripensa
Cor 23 ottobre 2020
Stop&go, dopo 48ore Solinas ci ripensa
Il Governatore della Regione Sardegna fa un leggero passo indietro rispetto alle dichiarazioni di 48 ore fa: «Ordinanze più stringenti per i locali pubblici, una riduzione, ma non un blocco, delle tratte aeree e marittime, il ricorso alla didattica a distanza nelle scuole superiori e nell´università»


CAGLIARI - «Pur nell'oggettiva criticità dell'emergenza, lo stop&go resta l'extrema ratio e sino a che i numeri del contagio potranno essere gestiti con misure alternative non ci sarà alcun lockdown per la Sardegna, ma una serie di provvedimenti mirati, finalizzati alla massima riduzione delle possibilità di circolazione del virus». Il Governatore della Regione Sardegna, Cheristian Solinas, fa un leggero passo indietro rispetto alle dichiarazioni di 48 ore fa [LEGGI].

Provvedimenti che saranno adottati con specifiche ordinanze, nei prossimi giorni, anche alla luce del costante confronto con tutte le forze politiche del Consiglio regionale, con il Cts e con il Governo nazionale. È la linea illustrata dal Presidente Christian Solinas nel corso della Conferenza dei Capigruppo, per perseguire, sottolinea il Presidente, la massima condivisione con i rappresentanti di tutte le forze politiche. Alla riunione, protrattasi per 4 ore, hanno partecipato anche l'Assessore alla Sanità Mario Nieddu e alcuni membri del Cts regionale.

«La situazione è preoccupante, e richiede il massimo impegno da parte di tutti, Istituzioni e cittadini. Ancora una volta - ha detto il Presidente Solinas - faccio appello al grande senso di responsabilità dimostrato dai Sardi, senza il quale non potremo affrontare e vincere questa ulteriore difficile sfida. Nei prossimi giorni, ha detto il Presidente, adotterò Ordinanze per stabilire regole che assicurino un maggior livello di controllo sanitario e la salvaguardia delle attività produttive».
Commenti
21:07
Grazie allo sforzo congiunto tra il Centro trasfusionale dell’Arnas “G.Brotzu” e le aziende sanitarie dell’Ats, la Regione Sardegna, da dicembre avrà a disposizione un’ulteriore arma a sostegno delle terapie che vengono utilizzate quotidianamente sui pazienti ricoverati nei presidi Covid
17:40
Si registrano 5 decessi (449 in tutto). Sono invece 583 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+3 rispetto al dato di ieri), mentre è di 68 (-2) il numero dei pazienti in terapia intensiva
19:23
La Giunta regionale ha approvato una delibera nell’ambito del “Piano regionale di protezione, decontaminazione, smaltimento e bonifica dell’ambiente ai fini della difesa dai pericoli derivanti dall’amianto”
30/11/2020
Giovanni Baldassarre Spano (presidente Comitato Uniti contro la chiusura dell’Ospedale Marino) e Paola Correddu (per il Comitato Acabàura) chiedono formale impegno al sindaco Mario Conoci, quale massima autorità sanitaria cittadina
7:22
Il fenomeno, secondo l´Organizzazione mondiale della sanità, potrebbe causare oltre 10milioni di morti all´anno entro il 2050. Pubblicato uno studio firmato da quattro ricercatori del Dipartimento di Fisica cagliaritano sulla rivista scientifica internazionale “Nature communications”, firmato da Chiara Fais, Giuliano Malloci, Paolo Ruggerone e Attilio Vargiu con alcuni gruppi di ricerca dell´Università di Birmingham e del King´s college di Londra
30/11/2020
Si sono registrati otto decessi, tre residenti nella Città metropolitana di Cagliari, due nella provincia del Sud Sardegna e tre rispettivamente nelle province di Sassari, Oristano e Nuoro. Sono stati rilevati 157 nuovi casi attraverso attività di screening e 172 da sospetto diagnostico
30/11/2020
Nelle ultime quarantotto ore, calano da 525 a 512 i casi positivi nel territorio comunale. Nello stesso periodo, scendono da venticinque a ventiquattro i pazienti ricoverati
30/11/2020
Con una lettera indirizzata all’assessore regionale alla Sanità Mario Nieddu, al commissario straordinario dell’Ares Massimo Temussi e agli uffici territoriali competenti, i sindaci dell’Unione del Coros chiedono la riapertura dei due ambulatori di igiene pubblica


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)