Skin ADV
Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziecagliariCronacaPesca › Pesca e commercio di ricci: un mese di operazioni
Red 23 febbraio 2021
Pesca e commercio di ricci: un mese di operazioni
Il Corpo forestale e di vigilanza ambientale-Servizio Ispettorato di Cagliari illustra i numeri delle operazioni effettuate in febbraio nel capoluogo regionale e nell´hinterland. Elevate sanzioni per 70.400euro


CAGLIARI - Attività di controllo sul prelievo e commercializzazione di ricci di mare e polpa di ricci programmata ad ampio raggio nel mese di febbraio a Cagliari e nell’hinterland dal Corpo forestale e di vigilanza ambientale-Servizio Ispettorato di Cagliari. L’attività è stata effettuata dal personale dal Nucleo investigativo Nipaf, con il supporto della Base navale di Villasimius e della Stazione forestale di Cagliari. L'operazione è consistita nella ricerca, individuazione e identificazione di venditori e pescatori abusivi o quali, sfruttando il canale di commercializzazione e distribuzione reso possibile da siti di vendita specializzati e social network, hanno messo in vendita importanti quantitativi di polpa di riccio lavorata e invasettata illegalmente. Per confezionare un chilogrammo di polpa, sono necessari da 3mila a 5mila ricci, generalmente pescati sotto la misura minima consentita, con grave pregiudizio alla biodiversità. Ogni chilo di polpa di riccio era posto in vendita alla cifra variabile tra 180 e 210euro.

La filiera della pesca, commercializzazione e somministrazione dei ricci è risultata caratterizzata da un’alta propensione all’illecito: sono state contestate in totale quattordici sanzioni amministrative, per un totale complessivo di 70.400euro. Sette le sanzioni da 6mila euro per vendita di polpa di ricci invasettati e posti alla vendita e al consumo senza etichettatura; due da 6mila euro per avere acquistato polpa invasettata senza etichettatura; due sanzioni da 8mila euro per avere violato le necessarie precauzioni igieniche e di sicurezza degli alimenti (in particolare, per avere violato la normativa sulla offerta al pubblico di prodotto alimentare trasformato e conservato in assenza di etichettatura sulla composizione, nonchè informazioni sulla conservazione (si utilizzano bottiglie riciclate); una sanzione da 400euro per la violazione dei divieti degli spostamenti necessari al contrasto all’epidemia da Coronavirus.

E ancora, 10chilogrammi di polpa di ricci invasettata illegalmente sottoposta a sequestro; una denuncia a piede libero per oltraggio e minacce a pubblico ufficiale ( pena prevista fino a cinque anni di reclusione) poiché, nell'ambito di uno dei controlli, un 32enne pescatore di Cagliari, già noto alle Forze dell'ordine, ha minacciato i Forestali impegnati nell'attività. L'operazione s’inquadra nell'attività svolta dal Corpo forestale a tutela della specie e dalla sicurezza alimentare. «Si ringraziano i singoli cittadini e le associazioni che manifestano amore per il mare e consapevolezza ecologica, professando l’astensione dal consumo di ricci di mare, tanto meno se derivanti da attività di pesca e confezionamento di dubbia liceità», dichiarano dalle sedi del Corpo.
22/2/2021
All´uomo, sorpreso nelle acque vicino alla Spiaggia di Isola Rossa, sono stati sequestrati i ricci di mare che aveva raccolto ed è stata contestata una sanzione amministrativa per un totale di mille euro
23/2/2021
I militari della Capitaneria di porto di Porto Torres hanno provveduto al sequestro di tutta l’attrezzatura utilizzata per la pesca e alla denuncia dei due pescatori “abusivi” alla Procura della Repubblica di Sassari


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2021 Mediatica SRL - Alghero (SS)