Skin ADV
Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesardegnaSaluteSanità › 5mila chiamate ogni giorno al 118 di Cagliari
Cor 27 gennaio 2021
5mila chiamate ogni giorno al 118 di Cagliari
In commissione Sanità del Consiglio regionale i numeri nascosti dell’emergenza Covid. La commissaria Areus Simonetta Cinzia Bettellini in audizione per fare il punto sul sistema di emergenza urgenza della Sardegna


cagliari - A una settimana dal suo insediamento, la commissaria Areus Simonetta Cinzia Bettellini è stata audita questa mattina dalla commissione Sanità del Consiglio regionale per fare il punto sul sistema di emergenza urgenza della Sardegna, investito frontalmente dalla pandemia. Accompagnata dal medico Giovanni Fois, direttore della centrale Sud Sardegna, la commissaria ha esordito spiegando che «in questi mesi spesso i cittadini hanno chiamato il 118 anche per avere informazioni sanitarie e per essere in qualche modo rassicurati, al punto che la media giornaliera delle chiamate in entrata e in uscita nel 2020 a Cagliari si è assestata oltre 5 mila». La commissaria ha spiegato poi che «come in una vera emergenza il sistema è stato impiegato per il trasporto di persone dializzate e di pazienti positivi al Covid da dimettere o da trasferire. Dunque è stato necessario attivare nuove postazioni di soccorso, aumentare le ore di servizio alle postazioni disponibili e istituire le ambulanze con infermiere (India) e le auto con sirena e medico a bordo».

Il direttore del 118 di Cagliari ha aggiunto: «Abbiamo avuto un incremento annuo di centomila chiamate, arrivando a sfiorare le 980 mila telefonate nel 2020, di cui 558 mila in entrata e 439 mila in uscita, soprattutto verso le postazioni di base ed effettuando circa 150 mila interventi di soccorso, con 100 mila pazienti trasportati». In crescita le attese in ospedale, anche 18 ore per un’ambulanza medicalizzata. In crescita ovviamente i trasporti per patologia infettiva: 7500 casi contro i 1880 del 2019. Il capogruppo del Pd, Gianfranco Ganau, ha segnalato «la necessità che il personale ancora in Ats venga trasferito in Areus, in modo da completare sotto il profilo operativo la riforma dell’emergenza urgenza e il passaggio dal 118 al numero unico 112». Ganau ha chiesto poi che siano rivisti i valori della convenzione con la associazioni e le cooperative: «Sono le tariffe più basse d’Italia e se da un lato possono andare bene per i volontari non vanno bene per le coop, che hanno ben altri costi da sopportare».

Una posizione condivisa da Francesco Agus, capogruppo dei Progressisti, ma anche in maggioranza dal sardista Stefano Schirru. Che ha detto: «E il caso di rivedere tariffe, di pagare i cinque milioni di euro di arretrati del 2019 e 2020 e di rivedere il piano di tutte le postazioni, portandole a svolgere servizio per 24 ore, tutti e sette i giorni e incrementando per quanto ancora necessario le auto mediche e le ambulanze con infermiere. Dobbiamo badare al bisogno degli utenti, non alla indisponibilità delle piccole organizzazioni. E’ importante sottolineare che il 118 è il sistema sanitario che ha funzionato meglio in questa emergenza e bisogna riconoscerlo chiaramente a chi ha garantito tutto questo sino a oggi, dai vertici di Areus passando per i medici, gli infermieri, il personale tecnico e i soccorritori professionali».

Per Mele (Lega Sardegna) «il parco mezzi del 118 è vecchio e serve davvero tecnologia». La consigliera ha chiesto se sia operativo «il collegamento tra le Usca e il 118” e ha sollecitato l’applicazione della riforma del Terzo settore nei rapporti tra Areus e le organizzazioni convenzionate». Anche Eugenio Lai (Leu) ha espresso parole di elogio per l’azienda dell’emergenza: Senza il 118 la Sardegna sarebbe esplosa ed è per questo che va rivista la convenzione, incentivando la professionalizzazione e pagando subito gli arretrati. Il presidente Gallus ha annunciato che nelle prossime settimane la commissione audirà di nuovo la commissaria Bettellini per conoscere la situazione della centrale del nord Sardegna e i dati del servizio di elisoccorso.
Commenti
23:18
I casi di positività al Covid-19 accertati dall’inizio dell’emergenza sanitaria in città sono 756, i pazienti guariti sono 692, mentre quelli ancora in cura sono quarantanove
21:28
Gli spazi sono quelli della Fiera della Sardegna. «Acceleriamo sulla campagna. Immunizzazione e screening mix vincente. L´Isola può diventare un modello per tutti», dichiara il presidente regionale
18:07
Rilevati novantacinque nuovi casi, con un tasso di positività del 3,9percento. Sono 188 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (tre in meno rispetto al dato di ieri), mentre restano ventiquattro i pazienti in Terapia intensiva. 55 i guariti nelle ultime ventiquattro ore
6/3/2021
Non riapriranno, per il momento, palestre e piscine. Il presidente della Regione Sardegna fa slittare ancora la decisione sulla loro riapertura nonostante il mantenimento della zona bianca
17:47
Nelle diciassette aree allestite per l´esecuzione dei tamponi antigenici sono stati effettuati circa 15mila test rapidi a immunofluorescenza. Sono invece in corso le verifiche per mezzo del tampone molecolare sui casi di positività rilevati
6/3/2021
Roberto Trova: Bene ha fatto ora il Presidente della Regione Christian Solinas che con l´ordinanza di ieri impone regole per chi arriva in questa terra. Regole rigide che nella prima fase vennero respinte, salvo poi essere rimpiante da tutti
6/3/2021
E´ in corso in questi giorni un´intensa attività di collaborazione tra la Direzione dell´Assl n.2 di Olbia, il Servizio di Igiene pubblica e il Comune di Tempio Pausania per organizzare l’avvio delle vaccinazioni anti Covid-19 che dovrebbe avere inizio a partire da sabato 13 marzo
6/3/2021
Secondo i dati presenti nella piattaforma regionale, nella cittadina turritana sale di un´unità il dato dei positivi rispetto alla settimana scorsa. Cinquantacinque le persone quarantena
6/3/2021
Sono 191 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (uno in meno rispetto al dato di ieri), mentre scendono da venticinque a ventiquattro i pazienti in Terapia intensiva (- uno). 109 i guariti nelle ultime ventiquattro ore
6/3/2021
Durante l’incontro che si è svolto questa mattina nella biblioteca del nosocomio di Alghero, la coordinatrice dell’Unità operativa Covid-19 Salva Piras ha reso noti i risultati delle attività assistenziali del Reparto dal 25 novembre 2020 al 16 febbraio 2021
6/3/2021
In questi ultimi giorni, nel centro gallurese non ci sono stati nuovi casi di positività al Covid-19. A ieri sera, ci sono solo due persone positive, che ancora non si sono negativizzati. Le persone in quarantena sono sei
5/3/2021
Si sono concluse ieri le operazioni di richiamo vaccinale anti-Covid nella Rsa “Matida” di Sassari. Infatti, gli infermieri dell´Assl cittadina, coordinati dal dottor Conti, hanno somministrato la seconda dose dell’antidoto a tutti gli attuali quaranta ospiti e ai ventisette operatori della struttura
5/3/2021
Si è concluso positivamente l’incontro l´assessore regionale della Sanità Mario Nieddu con le rappresentanze dei medici di medicina generale e di continuità assistenziale per definire le modalità di un loro coinvolgimento nella campagna di vaccinazione anti-Covid
5/3/2021
Da lunedì dovrebbero scattare le nuove misure annunciate dal presidente Christian Solinas per l´ingresso nell´isola. Test rapidi che comunque rimarranno su base volontaria. Controlli in tutti i porti e negli aeroporti di Cagliari, Olbia e Alghero
27/2/2021
Da lunedì 1° marzo Lombardia, Piemonte e Marche in fascia arancione. In zona rossa Basilicata e Molise. Dati confortanti in Sardegna, dove l´indice Rt è il migliore d´Italia ma nessun pronunciamento ancora dal Ministero
5/3/2021
Sono state infatti avviate le procedure per l´ammodernamento tecnologico dei centri specializzati degli ospedali “Businco” di Cagliari, “San Francesco” di Nuoro” e Cliniche “San Pietro” di Sassari
26/2/2021
Sono 224 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (cinque in meno rispetto a ieri), mentre restano ventidue i pazienti in Terapia intensiva. 140 i guariti nelle ultime ventiquattro ore
29/12/2020
Sono stati 2.489 i test effettuati nelle ultime ventiquattro ore. Salgono di una unità sia il numero dei ricoverati in reparti non intensivi, sia in quelli intensivi. Duecento i nuovi guariti


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2021 Mediatica SRL - Alghero (SS)