Skin ADV
Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziealgheroPoliticaSanitàAcabaura: coi primari incontro inutile
Cor 17 febbraio 2020
Acabaura: coi primari incontro inutile
L´associazione di Alghero rilancia: «Per rilanciare la sanità algherese abbiamo bisogno di una politica forte e compatta e di figure dirigenziali all’interno dell’ATS nominate per meriti e non per appartenenze politiche»


ALGHERO - «Il tentativo di riportare al centro dell’agenda politica il tema della sanità e del futuro dei due presidi ospedalieri cittadini è da considerarsi apprezzabile. Tuttavia non possiamo esimerci dal giudicare di scarsa utilità l’incontro tra il Sindaco di Alghero e i primari dei reparti ospedalieri del Civile e del Marino, avvenuto di recente presso la sede del Consiglio Comunale. Il giudizio negativo consegue al fatto che un tavolo di concertazione che si prefigga come obiettivo quello di porre fine al depotenziamento e declassamento dei nostri ospedali, non può mancare dei due principali interlocutori, la Regione e i vertici ATS, dalle cui scelte dipende il destino della nostra sanità. Un incontro che poteva avere il carattere dell’operatività, segnando un primo vero passo in avanti, si è trasformato ancora una volta in un semplice scambio di idee». Così l'associazione algherese in difesa della sanità, Acabaura, all'indomani dell'incontro tra i il sindaco di Alghero e i primari [GUARDA].

«Non è più tempo di acquisizione di dati, le problematiche dei nostri due nosocomi le conosciamo sin troppo bene, ma è tempo di fare scelte precise che evitino di penalizzare ulteriormente il nostro territorio a vantaggio di altre zone della Sardegna. E’ in questo senso che chiediamo l’assunzione di responsabilità da parte del Sindaco Conoci, perché ottenga al più presto una programmazione certa che dia finalmente ad Alghero quei servizi ospedalieri di alta qualità che una cittadina turistica di 40 mila abitanti merita. E’ arrivato il momento di pretendere dall’ATS l’immediata attivazione delle nuove specialità che consentano all’Ospedale Civile di essere classificato come presidio di primo livello. E’ arrivato il momento di chiedere alla Regione di andare in deroga al Decreto Balduzzi, appellandosi all’Art.3 del medesimo Decreto, di modo che il nostro Ospedale Civile sia dotato di autonomia funzionale rispetto all’Ospedale di Ozieri, vista la sua posizione strategica fra un porto ed un aeroporto, e il suo importante ruolo di diagnosi e cura non solo per i residenti ad Alghero ma anche per gli abitanti del circondario e i non residenti».

«L’Ospedale Civile deve ritornare ad essere il presidio di riferimento del territorio per le specialità a più larga diffusione e deve diventare il riferimento di I livello per l’Hub di Sassari. Un ospedale moderno, con servizi ben strutturati ed efficienti, come noi lo immaginiamo nel futuro, non solo è in grado di garantire la salute dei cittadini ma rappresenta anche una fonte di sviluppo economico considerato che i turisti scelgono il luogo della loro vacanza anche in funzione della presenza di strutture ospedaliere ben organizzate. E, in attesa che l’Ospedale Civile sia adeguato per ospitare il reparto di ortopedia e traumatologia, chiediamo che il Sindaco Conoci ottenga il temporaneo, immediato ripristino di tali attività presso l’Ospedale Marino, ora sospese sine die, esercitando il proprio peso politico sui vertici dell’ATS affinchè l’Azienda Sanitaria ponga rimedio alle problematiche di personale e sicurezza sollevate negli ultimi mesi».

«La sorte dei due nosocomi merita certamente grande attenzione ma ciò non deve farci dimenticare che abbiamo anche un distretto sanitario in grande sofferenza, divenuto nel tempo incapace di dare risposte di salute appropriate alle richieste della popolazione. L’aumento della vita media e il conseguente cambiamento nell’assetto demografico hanno comportato un cambiamento dei bisogni a causa dell’incremento nell’incidenza di patologie croniche e della richiesta socio-assistenziale legata alla condizione di vecchiaia e solitudine. Il sistema non ha saputo seguire e fronteggiare tale cambiamento determinando un eccessivo ricorso all’ospedale, con accessi impropri al Pronto Soccorso, ricoveri inappropriati particolarmente nei reparti di medicina a causa di un Distretto completamente impreparato a dare risposte di tipo sanitario, socio-sanitario, socio assistenziale, ad una utenza sempre più affetta da patologie di tipo cronico».

Per rendere più razionale ed efficiente l’offerta sanitaria complessiva, è necessaria una gestione condivisa delle cure, con integrazione delle attività ospedaliere con quelle del territorio, secondo un modello circolare in cui gli ospedali operano in stretta relazione e collaborazione con i servizi del territorio. Ci auguriamo che il nuovo Direttore di Distretto Socio-Sanitario di Alghero, di cui si attende la nomina, abbia competenze ed esperienza tali da garantire capacità di gestione delle risorse umane, tecniche, finanziarie, per assicurare tutte quelle prestazioni sanitarie di prevenzione, diagnosi, cura, riabilitazione che la sanità del territorio dovrebbe erogare e per realizzare l’integrazione tra i diversi servizi in modo da consentire risposte coordinate e continuative ai bisogni della popolazione.
Commenti
21:17
Era ricoverato nel Reparto Servizio psichiatrico di diagnosi e cura dell´Azienda ospedaliero universitaria di Sassari da una settimana. Ora, è stato trasferito nel Reparto Malattie infettive
12:37
È un record preoccupante quello registrato ieri. Coronavirus, ancora controlli e denunce della Polizia locale a Sassari. Su 125 controlli a privati e 10 a esercizi commerciali, 8 sanzioni
15:25
Un cittadino di Alghero si rivolge così a Mario Conoci: «mi sembra non abbia correttamente il senso del civismo che lo deve guidare (dal cives romano), nonchè il rispetto per le intelligenze altrui». Esplode la polemica intorno ai dati censurati sull´epidemiologia ad Alghero
2/4/2020
Nuova giornata di test e sanificazioni nell´ospedale di Alghero dove molti medici, infermieri e operatori sono sottoposti ai tamponi per tentare di delineare l´effettiva portata dei contagi
1/4/2020
Massimo Wang, Francesco Cheng e Giulio Qiu, tre imprenditori da sempre residenti in città, hanno regalato al Comune, attraverso la Protezione civile, mille mascherine chirurgiche, cento confezioni di gel sanificante, cento occhiali protettivi antibatterici e 150 mascherine Ffp2
15:06
Diecimila kit per i test del Covid-19 sono arrivati questa mattina al porto di Cagliari per essere destinati ai laboratori del sistema sanitario regionale impegnati nella lotta contro l´epidemia
23:32
Il presidente della Regione autonoma della Sardegna ha preso parte alla videoconferenza convocata dal presidente del Consiglio dei ministri Conte con tutti i presidenti di Regione, e con la partecipazione dei ministri Boccia e Speranza, del capo della Protezione civile Borrelli e del commissario Arcuri, incentrata sui problemi delle Regioni nel contrasto alla pandemia
14:42
Si è spenta serenamente all’età di 98 anni una delle ospiti della Casa di riposo “Nostra Segnora de su Meraculu” risultate positive, pochi giorni fa, al controllo dei tamponi per il CoronaVirus e assistita fino alle sue ultime ore dal medico di base e dal personale infermieristico
3/4/2020
Dopo le lamentele e le denunce pubbliche, anche in occasione dell´ultima seduta di Consiglio, il sindaco rompe finalmente gli indugi invia una missiva all´Assessore alla Sanità della Regione, al Commissario dell´Ats e al Direttore del presidio ospedaliero
2/4/2020
Interventi nel carcere di Bancali, in Corte d’appello ed in alcune caserme del territorio a cui si aggiungono quasi 12 mila metriquadri di uffici e spazi da sanificare nei Comuni di tutta la provincia
2/4/2020
In particolare, 2 medici e 4 infermieri andranno presso le case di cura di Sassari, mentre altri 3 medici e 8 infermieri collaboreranno con le autorità sanitarie per aiutare la piena funzionalità del Mater Olbia
12:42
Lo dice Enza Silanos, del direttivo algherese del Partito dei Sardi, in riferimento anche alle furenti polemiche divampate ad Alghero sull´assenza di dati ufficiali sull´andamento epidemiologico nel territorio comunale
3/4/2020
«Subito i tamponi per tutto il personale del reparto di Medicina di Alghero», lo chiedono ufficialmente e pubblicamente Valdo Di Nolfo, Ornella Piras, Raimondo Cacciotto, Pietro Sartore, Mario Bruno e Gabriella Esposito, Mimmo Pirisi
3/4/2020
«Tutti i Paesi che si macchieranno della pratica ignobile di requisire presidi sanitari destinati in Italia devono essere denunciati in tutte le sedi internazionali competenti». Lo chiedono in una nota congiunta i deputati del Movimento 5 stelle Pino Cabras e Iolanda Di Stasio


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)