Skin ADV
Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotizieoristanoPoliticaAmbiente › Oristano: via alla raccolta oli esausti
Red 11 gennaio 2021
Oristano: via alla raccolta oli esausti
E´ la prima volta che accade da quando è stata avviata la raccolta differenziata dei rifiuti in città. Il nuovo servizio è stato programmato dall’Assessorato comunale all’Ambiente e curato da Formula Ambiente. La raccolta sarà effettuata con il metodo del “porta a porta”, una volta al mese


ORISTANO – A Oristano parte la raccolta degli oli esausti delle utenze domestiche. E' la prima volta che accade da quando è stata avviata la raccolta differenziata dei rifiuti in città. Il nuovo servizio è stato programmato dall’Assessorato comunale all’Ambiente e curato da Formula Ambiente, la ditta che si è aggiudicata la gara d’appalto del servizio di igiene urbana. La raccolta sarà effettuata con il metodo del “porta a porta”, una volta al mese. «In questa fase iniziale, gli oli esausti saranno ritirati in corrispondenza della prima raccolta mensile della frazione dell’umido – spiega l’assessore comunale all’Ambiente Gianfranco Licheri - Sarà cura della ditta far avere a tutte le utenze l’apposito calendario».

Il servizio parte immediatamente. A gennaio, la raccolta sarà effettuata il domani, martedì 12, per le zone 4, 5 e 6; venerdì 15 per le zone 1, 2 e 3. Per accedere al servizio, è necessario prenotare il ritiro telefonando al Numero verde 800/632270, gli oli devono essere riposti nella stessa bottiglia che li conteneva prima dell’utilizzo o comunque in un contenitore in plastica. «E' un servizio al quale il Comune tiene in particolar modo – prosegue Licheri - La ditta appaltatrice si è impegnata a svolgerlo in sede di offerta tecnica e siamo pronti a partire. Si tratta di un ulteriore tassello che ci consentirà di migliorare la raccolta differenziata, ricordando che gli oristanesi sono particolarmente virtuosi nello smaltimento, ma che abbiamo il dovere, dal 2021, di rimanere su una percentuale di differenziata stabilmente sopra l’80percento».

E' bene specificare che dalle utenze domestiche saranno ritirati gli oli vegetali e non quelli di natura industriale. Gli oli vegetali sono essenzialmente gli scarti delle fritture. Sono fattori fortemente inquinanti per l’ambiente, se sversati direttamente nel terreno o nelle condutture. La loro combustione incontrollata produce sostanze tossiche, che le persone finiscono per respirare. Infatti, il contatto con l’acqua, qualora fossero buttati negli scarichi domestici senza nessun tipo di filtraggio, comporta la riduzione della quantità di ossigeno a disposizione della flora e della fauna. E' dunque assolutamente necessario procedere a una raccolta specifica degli oli esausti, puntando a recuperarli tramite la raccolta differenziata. «Per lo smaltimento – ricorda Formula Ambiente - è disponibile anche l’ecocentro mobile, nei giorni e orari prestabiliti, oppure l'ecocentro sito nella Zona industriale di Oristano».
Commenti
15/1/2021
Il sindaco di Cagliari ha fatto il punto sul nuovo sistema. Presenti alla conferenza stampa anche l´assessore comunale all´Igiene del suolo Alessandro Guarracino, il presidente della Commissione all´Ambiente Raffaele Onnis e il dirigente del Servizio comunale Igiene del suolo Roberto Montixi
10:03
Questa mattina, insieme al personale della società in house Multiservizi, verrà presa una decisione definitiva in merito al recupero e messa in sicurezza o abbattimento totale
14/1/2021
Lo ha detto l’assessore regionale della Difesa dell’ambiente Gianni Lampis, durante l´assemblea dei sindaci, che si è svolta ieri mattina alla Fiera di Cagliari, sulla pubblicazione della Carta nazionale delle aree potenzialmente idonee a ospitare il deposito unico delle scorie radioattive


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2021 Mediatica SRL - Alghero (SS)