Skin ADV
Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesardegnaCronacaSanitàLaSanitàsiCura: comitato in Sardegna
Red 26 novembre 2020
LaSanitàsiCura: comitato in Sardegna
«La Regione ha recepito alcune nostre proposte, ma continua la mobilitazione permanente del coordinamento di comitati territoriali, associazioni e movimenti per la difesa della sanità pubblica in Sardegna», dichiarato gli esponenti della rete assistenziale territoriale


CAGLIARI - «La Regione ha recepito alcune nostre proposte, ma continua la mobilitazione permanente del coordinamento di comitati territoriali, associazioni e movimenti per la difesa della sanità pubblica in Sardegna», dichiarato gli esponenti de “LaSanitàsiCura”, che proseguono: «Alcune azioni contenute nel piano di riorganizzazione della rete assistenziale territoriale della Regione Sardegna recepiscono nostre proposte. Tra queste, l’infermiere di famiglia o di comunità, che chiediamo di estendere anche in ambito scolastico, il rafforzamento delle reti di vicinanza, il potenziamento dell’Adi e delle Usca, la deroga al limite di spesa per le assunzioni di personale specialistico, infermieristico ed ausiliario».

«Ma la rete “la sanità si cura” continua a vigilare, soprattutto nella fase di attuazione, consapevole che ciò che contano sono i fatti e non le parole. La nostra rete – proseguono dalla loro sede - continua a denunciare liste d’attesa lunghissime e un continuo ricorso al privato a pagamento. Inconcepibile. Dai dati in nostro possesso, le prestazioni specialistiche della sanità pubblica in Sardegna quest’anno sono solo la metà di quelle fornite nel 2019, ciò vuol dire che milioni di prestazioni e di visite non hanno trovato risposta. Ciò è inaccettabile. Uno smantellamento dello Stato sociale, una disequità fra chi è in condizioni di poter pagare le prestazioni e chi non può, non può davvero essere minimamente tollerata».

«Non tutte le persone hanno i soldi e tantissime decidono di non curarsi. Servono risposte immediate in termini di assunzioni di personale e di convenzioni con strutture private che garantiscano la gratuità delle prestazioni. Siamo già una sessantina di associazioni, movimenti e comitati di pazienti, di operatrici e operatori, ed il numero di adesioni di cittadine e cittadini organizzati aumenta continuamente, diffusamente, capillarmente in tutta la Sardegna. C’è una domanda di sanità che equivale davvero a “prendersi cura” di tutte e tutti, garantendo un diritto universale che la sanità pubblica deve assicurare e che oggi non assicura più. Noi ci siamo, con la denuncia, con la proposta, con la mobilitazione permanente, in tutta l’Isola», concludono i membri della rete. Per aderire a “LaSanitàsiCura” è possibile inviare una e-mail all’indirizzo web lasanitasicura.sardegna@gmail.com.
Commenti
16:46
Sono invece 472 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+8 rispetto al dato di ieri), sono invece 48 (+3) i pazienti in terapia intensiva
22:12
«Il San Francesco è un presidio strategico. Dalla Regione c´è attenzione massima», dichiara l´assessore regionale della Sanità, che ha convocato un tavolo urgente con i commissari straordinari dell´Ares-Ats e dell´Assl di Nuoro, nonché con il direttore di presidio del nosocomio
23/1/2021
I dati sottoposti ai parametri esistenti provengono dalle regioni. Per tale ragione stupisce lo stupore rappresentato dalle istituzioni regionali sarde, o più precisamente da alcune di esse, avendo letto delle spiegazioni più credibili fornite dall’assessore competente
23/1/2021
Da domenica 24 gennaio la Sardegna è zona arancione. Così prevede l’ordinanza del ministero della Salute, Roberto Speranza, firmsata nella giornata odierna. Nuove restrizioni per bar, ristoranti e spostamenti
23/1/2021
Individuato nuovo cluster di positività in Medicina Interna. Immediato l´intervento dell´Azienda ospedaliero universitaria: quattordici positivi tra i pazienti, nessun operatore contagiato. In Clinica Medica cluster isolato e concluso il periodo di osservazione
23/1/2021
Lo ha dichiarato il Presidente della Regione, Christian Solinas, che parla di paradosso. «Oggi tutti gli indicatori consentono di mantenere la Sardegna in zona gialla»
16:56
Calano ancora i positivi ad Alghero. Rispetto a giovedì scorso 20 casi in meno, ma salgono i ricoveri. Nessuna novità invece dall´Ats sullo screening nelle scuole
9:35
L'assessore regionale alla Sanità, il leghista Mario Nieddu, chiede la revoca dell'ordinanza che dispone la zona arancione, ma dal Ministero filtrano indiscrezioni poco rassicuranti. Tutti i dati spediti a Roma dalla Regione Sardegna
23/1/2021
Il Comune ha reso noti i numeri dell´emergenza epidemiologica nel suo territorio. Dall´aggiornamento settimanale sui contagi, risulta che si registrano cinquantanove casi positivi, mentre sono diciassette le persone che si trovano in stato di quarantena
23/1/2021
Il presidente del Consiglio regionale Michele Pais contesta il probabile passaggio della Sardegna in zona arancione dalla giornata di domenica, a causa del peggioramento dei dati sul contagio e la diffusione della pandemia su scala regionale
9:20
Sabato mattina, il sindaco di Alghero Mario Conoci ha ricevuto negli uffici di Porta Terra il rappresentante territoriale dell´Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti Franco Santoro. L´Amministrazione comunale collabora con l´Uici
24/1/2021
Trenta posti in una superficie di 1300metri quadri nella Stecca bianca di Viale San Pietro, a Sassari. «Darà una risposta forte nella lotta contro il Coronavirus», dichiara il commissario straordinario dell´Aou Sassari Antonio Lorenzo Spano. «Rappresenta la sintesi degli sforzi assistenziali e consentirà agli anestesisti della nostra Scuola un´alta specializzazione», rilancia il direttore di Anestesia e rianimazione Pier Paolo Terragni
23/1/2021
«Anche nel nord Sardegna è opportuno vaccinare subito i volontari della Protezione civile e del 118 e tutte le categorie che sono in prima linea nell´emergenza sanitaria». E´ quanto chiede il consigliere regionale dei Progressisti Antonio Piu in un´interrogazione all´assessore alla Sanità
30/12/2020
496 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (due in meno rispetto al dato di ieri), mentre è di 44 (-1) il numero dei pazienti in terapia intensiva
29/12/2020
Sono stati 2.489 i test effettuati nelle ultime ventiquattro ore. Salgono di una unità sia il numero dei ricoverati in reparti non intensivi, sia in quelli intensivi. Duecento i nuovi guariti


Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2021 Mediatica SRL - Alghero (SS)