Skin ADV
Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotizieportotorresCronacaSanità › CoronaVirus a Castelsardo: esiti negativi
Red 7 febbraio 2020
CoronaVirus a Castelsardo: esiti negativi
«I test, effettuati sui campioni prelevati ai due piccoli, hanno escluso categoricamente che siano stati contagiati durante il loro soggiorno in Cina - dichiara con decisione il sindaco Antonio Capula - lo abbiamo pensato sin dal primo allarme ed ora ne abbiamo la certezza. Bene ha fatto comunque il loro medico ad attivare i protocolli previsti dalla legge, per la tutela della loro salute e di quella di tutti i cittadini»


CASTELSARDO - Hanno dato esito negativo (come ci si attendeva visti i lievi sintomi accusati dai due piccoli) le analisi del tampone faringeo effettuato sui due bambini di origine cinese, ma residenti a Castelsardo con la famiglia fin dalla loro nascita. Nei giorni scorsi, i piccoli avevano accusato mal di gola, tosse e febbre e, sapendo che erano tornati dalla Cina, dopo una breve vacanza dai nonni, il 21 gennaio, il pediatra aveva attivato le procedure, previste dalla legge, per l'eventuale contagio del CoronaVirus. I lievi sintomi riportati dai bambini, e la contemporanea presenza di molti altri bambini del comune affetti dagli stessi sintomi, avevano fatto subito pensare ad un influenza comune ma, la comunicazione alle autorità sanitarie, e sopratutto la diffusione della notizia, aveva creato panico in città ed un allarmismo diffuso circa la possibilità del verificarsi del primo caso di CoronaVirus nell'isola.

«I test, effettuati sui campioni prelevati ai due piccoli, hanno escluso categoricamente che siano stati contagiati durante il loro soggiorno in Cina - dichiara con decisione il sindaco Antonio Capula - lo abbiamo pensato sin dal primo allarme ed ora ne abbiamo la certezza. Bene ha fatto comunque il loro medico ad attivare i protocolli previsti dalla legge, per la tutela della loro salute e di quella di tutti i cittadini. Dispiace solo che la famiglia abbia dovuto subire una pressione mediatica che si poteva, magari, evitare, espletando le operazioni di controllo senza attrarre l'attenzione, persino, dei media nazionali. Sin dai primi momenti, la madre ha, saggiamente e prudentemente, seguito tutte le indicazioni delle autorità sanitarie, a cui purtroppo si aggiunta la, non necessaria, tensione di essere al centro dell'attenzione dei media».

«L'affetto di tanti castellanesi – ha sottolineato il primo cittadino - ha comunque alleviato i momenti difficili della famiglia, perfettamente integrata, molto stimata e benvoluta da tutta la comunità. Il dirigente scolastico ha persino diffuso un documento, per cui lo ringrazio, per far chiarezza, fra studenti e genitori, nel momento di maggior confusione, facendo appello alla prudenza ed invitando “i genitori a proteggere i bambini, non tanto dal virus quanto dalla sovraesposizione alle notizie che creano solo paure diffuse”. I piccoli, protagonisti loro malgrado di questa triste vicenda, stanno, comunque già bene e fra qualche giorno rientreranno a scuola, dove i loro compagni li aspettano, e alla loro vita normale, perfettamente integrati nella comunità locale, come sono sempre stati».

Nella foto: il sindaco Antonio Capula
Commenti
23:41
«Lo stop all’importazione dei prodotti suinicoli italiani imposto da Taiwan è incomprensibile e preoccupante. Negando ogni nesso con le restrizioni sui collegamenti decise dal nostro Paese come precauzione sul coronavirus, le autorità di Taipei attribuiscono la scelta a un presunto peggioramento dei casi di Peste suina africana in Sardegna»¸ dichiara l´assessore regionale della Sanità
20:03
Dopo il decesso di un 78enne veneto, morto ieri a Vo´ Euganeo, si conta quello di una 77enne lombarda, trovata morta a Casalpusterlengo: soffriva di diverse patologie. Questa mattina, allarme all´Ospedale Sirai, ma si è accertato che il paziente soffre “solo” di una broncopolmonite
21/2/2020
«La situazione in Sardegna è sotto controllo. L’Unità di crisi e le strutture sanitarie dell’Isola, già da diverse settimane, sono pronte a intervenire applicando tutte le misure necessarie a ogni evenienza»¸ dichiara l´assessore regionale della Sanità Mario Nieddu, che conclude: «in Sardegna attrezzature e mezzi adeguati. Da Opposizione polemiche irresponsabili»
20/2/2020
Il parassita era presente tra i suini bradi abbattuti venerdì. «Acquistate carni sicure e da allevamenti controllati», auspica Daniela Mulas, componente dell’Unità di progetto per l’eradicazione della Peste suina africana in Sardegna e direttore di Distretto sociosanitario
Hosting provider Aruba S.p.A. Via San Clemente, 53 - 24036 Ponte San Pietro (BG) P.IVA 01573850516 - C.F. 04552920482

© 2000-2020 Mediatica SRL - Alghero (SS)