Skin ADV
Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariCronacaArresti › Predda Niedda: 22enne rapina una prostituta
S.O. 10 maggio 2019
Il ragazzo, dopo aver chiesto quale fosse il prezzo della presentazione sessuale, non volendo pagare prima di consumare il rapporto, ha aggredito la donna con calci e pugni, scaraventandola sull’asfalto e strappandole il borsello con il denaro
Predda Niedda: 22enne rapina una prostituta


SASSARI - Nella nottata trascorsa, la Polizia di Stato di Sassari, ha tratto in arresto un 22enne con precedenti di polizia, originario dell’Ogliastra, per rapina. Gli agenti delle volanti della Questura di Sassari, durante un servizio di controllo del territorio nella zona industriale di Predda Niedda, sono stati avvicinati da una donna, poco più che ventenne, meretrice, che era stata da poco rapinata da un giovane il quale si era dato alla fuga a piedi per le vie limitrofe.

Il ragazzo, dopo aver chiesto quale fosse il prezzo della presentazione sessuale, non volendo pagare prima di consumare il rapporto, ha aggredito la donna con calci e pugni, scaraventandola sull’asfalto e strappandole il borsello con il denaro. La ricerca degli agenti non si è protratta a lungo, perché non molto distante dal luogo dell’episodio, sono riusciti a rintracciare il ragazzo che correva a piedi.

Durante la perquisizione, il borsello con all’interno i soldi ed i documenti della ragazza, che nel frattempo il giovane aveva nascosto all’interno dei pantaloni, sono stati recuperati e restituiti all’avente diritto. Dopo le formalità di rito il giovane è stato accompagnato nel carcere di Bancali, mentre la donna aggredita è stata accompagnata al pronto soccorso, dove i medici le hanno assegnato 5 giorni di cure.
Commenti
15:26
I Carabinieri della Compagnia di Siniscola, nell’ambito di consuete attività di perquisizioni nella ricerca di armi, hanno tratto in arresto una persona per detenzione di un’arma clandestina
11:09
L’arresto è stato eseguito, perché i Carabinieri hanno accertato che pur non avendo mai presentato denunce riferibili a maltrattamenti, da tempo la donna era soggetta a minacce ed episodi di violenza sulle cose da parte del giovane, fortunatamente mai sfociati in violenza fisica
© 2000-2019 Mediatica sas