Skin ADV
Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziealgheroCronacaSocietà › In cerchio contro la violenza ad Alghero
Red 25 novembre 2019
L’iniziativa della Fidapa e della Rete delle donne di Alghero è in programma questa sera, nella Torre di San Giovanni, in Largo San Francesco, per ricordare la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, istituita dalla Nazioni unite allo scopo di denunciare, riflettere e prevenire forme di aggressività e brutalità
In cerchio contro la violenza ad Alghero


ALGHERO - “In cerchio contro la violenza” è l’iniziativa della Fidapa e della Rete delle donne di Alghero per oggi (lunedì), alle 18.30, nella Torre di San Giovanni, in Largo San Francesco, per ricordare la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, istituita dalla Nazioni unite allo scopo di denunciare, riflettere e prevenire forme di aggressività e brutalità. Le donne presenti leggeranno testimonianze di bambine e donne violentate o uccise, cui seguirà la storia della ninfa canterina Tacita Muta, a cura di Neria de Giovanni.

Un momento di riflessione insieme, anche grazie alla mostra allestita in Torre con le opere eseguite dagli alunni della Scuola Primaria di Sant’Agostino e da altri bambini, insieme ai disegni, alle testimonianze e messaggi di solidarietà a tutte le bambine, ragazze e donne vittime di abusi, discriminazioni e violenza, raccolte nel “telo bianco” steso lungo la circonferenza della Torre. Le due associazioni ribadiscono il “no” alla violenza con una giornata di riflessione e di solidarietà alle vittime, per sensibilizzare l’opinione pubblica sul dramma della violenza di genere ed educare le nuove generazioni al rispetto, alla parità e all’uguaglianza.
Commenti
12:00
Appuntamento venerdì 24 gennaio, alle 10, nel salone Giordo della Cisl in via IV Novembre 53. L’apertura dei lavori affidata a una tavola rotonda dedicata al rapporto tra consumatore e utenze
20/1/2020
Il Consiglio comunale ha votato all´unanimità l´attribuzione della cittadinanza onoraria alla senatrice. E´ un «segno di riconoscimento universale della lotta di ogni forma di discriminazione e violenza e per l’opera profusa per il mantenimento della memoria della tragedia della Shoah di cui fu vittima e per il suo impegno per i diritti dell’uomo, che incoraggia tanti giovani, uomini e donne a proseguire questa fondamentale opera educativa per non dimenticare le tragedie e gli orrori del passato e seminare semi di pace, di tolleranza e fratellanza»
© 2000-2020 Mediatica sas