Skin ADV
Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziealgheroAmbienteCoste › Montagne di sabbia a bordo-strada sulla litoranea
Cor 15 ottobre 2019 video
Con l´approssimarsi dell´inverno preoccupa la situazione venutasi a creare sulla litoranea di Maria Pia ad Alghero, dove da oltre tre mesi si trovano accumulati in cunetta numerose montagne di sabbia movimentata, probabilmente per far spazio a parcheggi, durante l´estate. Le immagini
Montagne di sabbia a bordo-strada sulla litoranea


ALGHERO - Qui non si tratta dei granelli dispersi dal vento per essere meticolosamente raccolti dagli operai, insacchettati, caratterizzati e riposizionati in spiaggia (interventi da sempre realizzati lungo il litorale algherese). Bensì di vere e proprie montagne di sabbia - probabilmente mista a terriccio - movimentate con ruspa nel mese di agosto per far spazio ad alcuni parcheggi a bordo strada, e da allora abbandonate in cunetta in decine di grandi ammassi bianchi.

La zona interessata dalle operazioni di questa estate è quella di Cuguttu, in prossimità del palazzo dei Congressi (in realtà interdetta alla sosta dalla vigente ordinanza dirigenziale risalente al 2018). Con l'arrivo dell'inverno però, preoccupa la situazione venutasi a creare sulla litoranea di Maria Pia, dove le montagne di oro bianco stazionano ormai da circa tre mesi. Sono diverse centinaia di metri quelli interessati dall'accumulo, su entrambi i lati della carreggiata: sul fronte mare, la sabbia era stata posizionata oltre le staccionate in legno (in pratica sulle dune), mentre il materiale allora presente oltre l'asfalto, risulta ammassato lungo strada, nel tratto ricompreso dalla rotatoria per Fertilia fino all'ex Villa Segni.

Nonostante il grande valore dei granelli, non è chiaro quale sarà il loro destino, anche perchè non sarebbe chiaro quale intervento sia stato realizzato ad agosto, e non sarebbe certa neppure la caratterizzazione del materiale come legge impone. Nel frattempo però, sarebbe utile preservare gli stock di sabbia che in futuro potrebbero rivelarsi quanto mai utili per essere riposizionati sul litorale. Dell'anomala situazione sarebbero già state informate le competenti autorità in materia di salvaguardia ambientale.
Commenti

13/12/2019
Sferzante il consigliere comunale di Alghero, Pietro Sartore, all´indomani del riconoscimento ottenuto per i lavori eseguiti a San Giovanni: sarebbero auspicabili delle scuse, ma se anche scuse non vi dovessero essere, l’auspicio è che quantomeno adesso non rovinino quanto già ben seminato e avviato
12/12/2019
La sperimentazione messa in atto dal Comune di Alghero con l'azienda di Quartu Sant'Elena sulla posidonia di San Giovanni, alla base della menzione speciale del rapporto green dalla Fondazione sviluppo sostenibile con Ispra e Ministero dell'Ambiente
© 2000-2019 Mediatica sas