Skin ADV
Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziecagliariCulturaArte › Smart cityness dedicato all´immaginazione
Red 19 settembre 2019
Il festival, giunto alla sesta edizione, cambia formula con una programmazione nell’arco di quindici giorni: si parte con una residenza d´artista a Orani, e si conclude con conferenze, laboratori e workshop, street art e cinema a Cagliari
Smart cityness dedicato all´immaginazione


CAGLIARI - Si è aperto lunedì, con la residenza d'artista a Orani, e proseguirà oggi (giovedì), venerdì 27, sabato 28 e domenica 29 settembre a Cagliari: un'agenda densa ed una nuova formula peril festival “Smart cityness” che, per la sesta edizione, segue il filo conduttore Immaginazione. La creatività, l’innovazione nei territori e la collaborazione locale sono sempre i temi centrali del festival ideato ed organizzato da Urban center, che ogni anno vede la partecipazione di migliaia di cittadini ed il coinvolgimento di numerosi partner.

La residenza d’artista al Museo Nivola, che ha inaugurato il festival, ha come protagoniste le due artiste Luisa Siddi e Paola Corrias, che collaboreranno per dar vita ad un'opera inedita, frutto di due modi differenti di fare arte e fotografia, attraverso il coinvolgimento della cittadinanza per dare forma ad un’autonarrazione collettiva, che verrà presentata al Museo domenica 22. La seconda tappa si svolgerà a Cagliari, nel coworking e spazio creativo ArtaRuga: domani sera, verrà allestita una mostra che ripercorrerà le tappe della creazione di un capo sartoriale e di design: il primo di una nuova linea di abbigliamento che utilizza materiali di riciclo e viene realizzato con telaio orizzontale. Le ideatrici sono Alessandra Contu, Miriam Di Pofi e Simona Loddo, sarte del laboratorio “Filongiana”.

L’arte sarà protagonista anche venerdì 27 e sabato 28. Crisa, il noto street artist cagliaritano, attingerà al suo immaginario poetico unico per dipingere un pannello in Via Mameli. La prima conferenza in programma, dal titolo “Sviluppo locale e innovazione sociale”, si terrà venerdì 27, alle 17, nella Sala Convegni della Fondazione di Sardegna, in Via San Salvatore da Horta. Si approfondirà, attraverso il contributo di attori strategici del panorama regionale e nazionale, la cornice dell’innovazione sociale in relazione allo sviluppo locale, guardando a temi quali la valorizzazione dei piccoli centri e delle aree a rischio; l’inclusione sociale, il welfare e la formazione; la leva della creatività e la valorizzazione dei beni culturali. La seconda conferenza, “Arte e comunità”, avrà luogo alle 18 di domenica 29, nel Giardino di ArtaRuga e convergerà, attraverso il coinvolgimento di alcuni degli attori chiavi della Sardegna, sul ruolo dell'arte nella costruzione di comunità e nella generazione di cambiamento nei territori.

Venerdì 27 e sabato 28, ampio spazio anche ai workshop, di imprese, associazioni e realtà locali innovative, dedicate all'abitare collaborativo, alla mobilità sostenibile, al monitoraggio civico ed all’innovazione nel settore agroalimentare. Inoltre, da non perdere i diversi laboratori creativi del saper fare (tintoria naturale, cucito, sartoria, tessitura, intreccio del grano, stampa a rilievo e ceramica per bambini) tenuti da artisti ed artigiani del territorio. I temi di ambiente, comunità ed arte prendono forma in una serata di cinema, con la proiezione di una serie cortometraggi che anticipano il “Cagliari film festival”, nel giardino di ArtaRuga, venerdì 27. Il documentario di Alonso Crespo, regista ed artista del Network hOMe, racconterà i viaggi della speranza con un corto dal titolo “Dickson: the hope of travelling”. Per completare il quadro, il musicista sperimentale Roberto Follesa animerà la serata di sabato 28 con un live nel giardino di ArtaRuga.
Commenti
© 2000-2019 Mediatica sas