Skin ADV
Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariSpettacoloConcerti › Musica sulle bocche: ultima anteprima a Perfugas
Red 18 agosto 2019
Ultima anteprima della 19esima edizione dell´International jazz festival, con il Coro di Castelsardo, Enzo Favata e Pasquale Mirra ed il dj set di Kabaret Maker. Appuntamento alle 19, nella chiesetta rurale di Santa Maria de Fora
Musica sulle bocche: ultima anteprima a Perfugas


PERFUGAS – Musica dal tramonto a notte fonda, nello scenario antico della chiesetta rurale di Santa Maria de Fora, a Perfugas, ed a pochi giorni dal via a Castelsardo della 19esima edizione del “Musica sulle bocche international jazz festival”. Appuntamento martedì 20 agosto, con “Tramonti di Sardegna”, ultima anteprima della manifestazione che, da giovedì 22 a domenica 25, porterà della rocca dei Doria tredici concerti, laboratori, reading ed altre attività.

A Perfugas, alle 19, saranno protagonisti il Coro di Castelsardo, il duo composto da Enzo Favata (sassofoni e live electronics) e Pasquale Mirra (vibrafono, percussioni e live electronics) e Kabaret maker con il suo dj set, per una serata ad ingresso gratuito, che farà convivere diversi generi musicali e che, grazie al sostegno dell'Amministrazione comunale ed alla collaborazione di diverse realtà artistiche ed economiche del territorio, collegherà il territorio interno dell'Anglona con la costa. Il via della serata nella chiesetta romanica con il canto “a cuncordu” e canti religiosi del Coro di Castelsardo, composto da Pietro Sanna (basso), Giovanni Pinna (contra), Nicola Sini (voce), Piergiuseppe Pinna (falsetto) e Mariano Sini (falsetto).

Alle 20, tutti nel sagrato, dove Favata e Mirra proporranno un set all’insegna della melodia, del ritmo, di nuove sonorità e del virtuosismo. La serata proseguirà dalle 21.30 a notte fonda, con il dj set a cura di Kabaret maker, un artista sardo che ha fatto della Brain dance (un mix di folk tradizionale, sigle tv, jingle pubblicitari, acid, techno, jungle e break beat mescolato ad alta velocità) il suo stile inconfondibile.

Nella foto (di Gabriele Doppiu): Enzo Favata
Commenti
21/9/2019
Un progetto di recupero del patrimonio musicale di Pino Piras a trent’anni dalla sua scomparsa unisce due generazioni artistiche, rappresentate da Claudia Crabuzza e Pietro Ledda, in uno straordinario incontro che guarda lontano
© 2000-2019 Mediatica sas